Protezione Civile

  • Orario
Giorno Mattina Pomeriggio
Lunedì Chiuso Chiuso
Martedì Chiuso Chiuso
Mercoledì Chiuso Chiuso
Giovedì Chiuso Chiuso
Venerdì Chiuso Chiuso
Sabato Chiuso Chiuso
Domenica Chiuso Chiuso

Cara Concittadina, caro Concittadino,
ogni Comune, per tutelare l’incolumità delle persone e dei loro beni, deve prevedere i rischi naturali o derivanti dalle attività dell’uomo, che possono interessare il proprio territorio e predisporre un insieme di misure da attuare, in stretta collaborazione e coordinamento con le altre Autorità preposte, nel caso si verifichino eventi calamitosi. Questo insieme di provvedimenti, tesi a fornire protezione ed assistenza alla popolazione residente sul territorio, prende il nome di Piano di Emergenza Comunale.
Il territorio del Comune di Dresano è generalmente caratterizzato da ridotte fonti di rischio.
Tuttavia, vi chiediamo di prestare attenzione a quanto illustrato nel opuscolo allegato, perché conoscere i comportamenti da adottare in caso di necessità e gli interventi predisposti dal Comune risulta fondamentale per la riduzione del danno.
Con l’auspicio che questa iniziativa possa contribuire a rendere più armonica e serena la convivenza di tutti e certi della collaborazione di ogni Concittadino, porgo i più cordiali saluti.

Il Servizio di Protezione Civile costituisce un punto di riferimento per interventi in emergenza e fatti calamitosi naturali. È attento a quanto disposto dalla normativa, che affida all’Ente locale l’attuazione, nel proprio ambito territoriale, delle attività di previsione e degli interventi di prevenzione dei rischi, l’adozione di tutti i provvedimenti, compresi quelli relativi alla preparazione dell’emergenza, necessari ad assicurare i primi soccorsi in caso di eventi calamitosi in ambito comunale e come successo nel recente passato, anche in ambito sovracomunale. Il Servizio di Protezione Civile mantiene costante i rapporti con la Prefettura, il Comando Provinciale e il distaccamento VVFF, volontari, di protezione civile, l’Ente Provinciale, la Regione, il Coordinamento Provinciale di Protezione Civile e tutte le altre istituzioni del settore tenendo a disposizione di tutte le strutture, mezzi e risorse umane reperibili.
La Sala Operativa è ubicata presso il Comando di Polizia Locale di Dresano.
Il Comune di Dresano ha aderito al COM20 della Protezione Civile che prevede la gestione del Servizio Intercomunale di Protezione Civile e ne coordina il volontariato.

Cos’è la protezione civile
Il compito della Protezione Civile è quello di “tutelare l’integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l’ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da catastrofi e da altri eventi calamitosi e diretta a superare l’emergenza”.

Competenze del Sindaco
“…Il Sindaco è autorità di protezione civile. …”
Questo principio, dettato dall’articolo 15 della Legge fondamentale della protezione civile (Legge 24 febbraio 1992 n. 225), nella sua essenzialità, identifica in modo preciso e “definitivo” la figura del responsabile (per il proprio territorio) di tutte le attività in questa materia complessa.
Lo stesso articolo prosegue delineando la traccia fondamentale relativamente alle competenze dello stesso e specifica che: “Al verificarsi dell’emergenza nell’ambito del territorio comunale, il Sindaco assume la direzione e il coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza alle popolazioni colpite e provvede agli interventi necessari…”
Il citato articolo, al primo comma, prevede inoltre, nell’ambito dell’autonomia degli Enti locali, la possibilità, per i singoli Comuni, di dotarsi una specifica “struttura” di protezione civile che coadiuvi il Sindaco nei suoi compiti di “autorità di Protezione civile” ( Unità di Crisi Locale).
Infine, ma non certo per ultimo, occorre rilevare come sia specifico obbligo di legge “…informare le popolazioni di situazioni di pericolo o comunque connesse con esigenze di protezione civile….” e come, tali attribuzioni, siano compito specifico del Sindaco, come stabilito dall’art. 12 della Legge 3 agosto 1999 n. 265.
E’ quindi evidente che non si può prescindere da una corretta, adeguata e diffusa informazione sulle problematiche di protezione civile; è prioritario informare la popolazione sui rischi a cui è esposta e sulle corrette attivazioni.
L’informazione come un “impegno morale” che la pubblica amministrazione ha nei confronti della cittadinanza e come adempimento ad uno specifico obbligo legislativo.

Piano di emergenza comunale
Il Consiglio Comunale, con delibera n. 2 in data 4 marzo 2014, ha approvato il Piano di Emergenza Comunale.
“Lo scopo principale della stesura di un Piano d’Emergenza Comunale è l’organizzazione delle procedure di emergenza, dell’attività di monitoraggio del territorio e dell’assistenza alla popolazione.
Propedeutica è l’analisi dei fenomeni, naturali e non, che sono da considerarsi potenziali fonti di pericolo per la struttura sociale e per la popolazione.”
In base a quanto sopra descritto, il Piano di Emergenza si struttura in:
• un insieme di scenari di evento e di danneggiamento (o scenari di rischio), dipendenti da fattori antropici e naturali che insistono sull’area geografica in esame
– IL RISCHIO IDRAULICO
– IL RISCHIO TRASPORTI
– IL RISCHIO SISMICO
– ALTRE EMERGENZE NATURALI
• un insieme di modelli di intervento di emergenza e soccorso, specifici per ciascuno degli scenari individuati.

Allegati:
Piano Emergenza Comunale – introduzione
Carta di sintesi
Norme di comportamento per la popolazione
Cosa fare e non fare in caso di terremoto