AUTENTICAZIONE DI SOTTOSCRIZIONI – autentica di firma

L’autenticazione di firma consiste nell’attestazione, posta dal pubblico ufficiale, che la firma è stata apposta in sua presenza, previa identificazione del sottoscrittore.
Con l’entrata in vigore delle norme sull’autocertificazione, in molti casi non è più richiesta, salvo non sia espressamente prevista da specifiche norme di legge.
L’autentica di firma rimane necessaria soltanto per le dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà da presentare ai privati, come banche ed assicurazioni, e per le domande di riscossione di benefici economici (pensioni e contributi)da parte di altre persone.

Nei rapporti con la pubblica amministrazione e coi gestori di pubblici servizi, salvo che si tratti della riscossione di benefici economici da parte di terzi, l’autenticazione della firma di istanze e dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà non è richiesta, se la firma è apposta in presenza del dipendente addetto, o l’istanza o la dichiarazione è accompagnata da fotocopia di un documento di identità.

L’autenticazione di firma può essere effettuata per:
•dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, attestanti stati, fatti e qualità personali non autocertificabili;
•istanze rivolte a soggetti diversi dagli organi della Pubblica Amministrazione e gestori di pubblici servizi;
•domande di riscossione di benefici economici (ad esempio pensioni o contributi) da parte di terze persone.

  Norme speciali per le quali è prevista l’autentica della sottoscrizione da parte dell’incaricato o delegato dal sindaco:
•l’elezione dei consigli dei geologi, degli psicologi, dei periti commercialisti nonchè dei revisori dei conti;
•l’autentica della sottoscrizione del consenso scritto da parte degli aspiranti all’adozione;
•l’autenticazione di sottoscrizioni di atti per i quali il codice penale lo prevede (art. 39 del nuovo codice di procedura penale);
•l’autentica della firma sugli atti di beni mobili registrati;
•l’autenticazione delle sottoscrizioni inerenti alle operazioni elettorali.

Restano esclusi gli atti negoziali: contratti, procure, ecc; manifestazioni di volontà e accettazione o rinuncia di incarichi o dichiarazioni contenenti impegni, disposizioni per il futuro o fogli in bianco. Non si possono autenticare firme apposte su documenti che non siano scritti in lingua italiana; pertanto all’eventuale documento presentato in lingua straniera deve essere allegata idonea traduzione.

STRUMENTI DI TUTELA RICONOSCIUTI A FAVORE DELL’INTERESSATO:
Ricorso al TAR nei modi e nei tempi previsti dal codice di processo amministrativo (D.Lgs n. 104/2010) e Legge n 1034/1971.

NOME DEL SOGGETTO A CUI E’ ATTRIBUITO (in caso di inerzia) IL POTERE SOSTITUTIVO:
Segretario Comunale pro-tempore
tel: 02/98.27.85.30
e-mail: segretariocomunale@comune.dresano.mi.it

Per procedere all’autentica della sottoscrizione occorre:
•  la presenza del firmatario, munito di documento di riconoscimento;
•  il documento su cui si appone la firma.

Per ottenerla occorre presentarsi allo sportello dell’Ufficio Anagrafe.
In quanto tempo
Immediato (art.2 comma 2 legge 7/8/1990 n.241)
Quanto costa
Eventuali marche da bollo (E.16,00) dovranno essere acquistate previamente presso tabaccherie con servizi di Lottomatica.
Diritti di segreteria da Euro 0,52 (se in esenzione da bollo, solo diritti di segreteria da Euro 0,26).